Il Lapislazzulo

 

Il Lapislazzulo non è un minerale singolo ma una mescolanza, in cui predominano minerali azzurri (lazurite, sodalite, haüynite),che lo rende Blu oltremare, tendente al violaceo o al verde, con le caratteristiche inclusioni di pirite che ricordano appunto le stelle.

Il Lapislazzulo si forma nel corso della metamorfosi del calcio in marmo, ha una lucentezza vitrea, ricorda la porcellana.

I giacimenti dove si estraggono i più bei lapislazzuli si trovano in Afghanistan. Altri in Cile, Siberia, Pakistan, Stati Uniti, Birmania.

Il lapislazzulo è una delle pietre preziose più conosciute sin dall’antichità. Sembra infatti che risalga al V secolo a.C.

Durante i rituali svolti dai popoli della Mesopotamia e dell’Egitto veniva spesso utilizzato il lapislazzulo, ritenuto la casa dove risiedeva l’essenza vera della divinità.

E’ una pietra apprezzatissima, con una forte personalità. I sovrani se ne facevano ricavare oggetti ornamentali e amuleti. Nel Medioevo veniva trattato per ricavare un meraviglioso colore blu oltremare.

Il Lapislazzulo solitamente viene tagliato Cabochon o in perle e utilizzato per creare gioielli, tra cui collane, bracciali, anelli, orecchini e ciondoli. E’ molto apprezzato anche nella forma di Minerali grezzi o levigati.

Dal Lapislazzuli si scolpiscono splendide Statue tipiche della tradizione Orientale.

Il taglio che più mette in risalto il caratteristico Cielo stellato, è in lastrine di varia forma, a superficie piana o curva. Se ne fanno oggetti artistici.

Per pulire i vostri oggetti in lapislazzulo è sufficiente utilizzare un panno asciutto o leggermente umido. Non va esposto nè a fonti di calore, nè ad acqua bollente. Vanno assolutamente evitate soluzioni acide e saline.

Le proprietà date al Lapislazzulo non potevano essere altro che legate alla notte e al sonno. Infatti aiuta a vincere la paura del buio, tiene lontani gli incubi e facilita il sonno.

In questo momento avrei proprio bisogno di perdermi nel cielo stellato di una bella lastra di lapislazzulo.

Annunci