L’ambra

Preziosa e affascinante, può variare dal giallo al rossiccio, fino al bruno. Proviene da: Isole del Mare del Nord, Spagna, Francia, Canada, Messico, Santo Domingo; ma la più pregiata proviene dalla Russia, dalle rive del Mar Baltico.

L‘ambra è una resina vegetale fossile traslucida, sgorgata dalle conifere milioni di anni fa all’alba dei tempi. Questa origine così antica le conferisce un fascino irripetibile. Ogni pezzo è unico, misterioso e affascinante. Nella varietà più preziosa non è raro infatti trovare inglobati al suo interno, durante lo stato liquido, organismi vegetali o animali antichissimi: insetti, fiori, foglie, gemme di piante, frammenti di legno.

Pensare all’ambra come la resina che cola dalle conifere e che si appiccica sulla nostra macchina o sui nostri vestiti, certo fa perdere la magia. Chissà tra qualche millennio però qualcuno potrebbe scorgerne all’interno proprio quella maledetta zanzara che ci ha disturbato il pic nic.

Le popolazioni più antiche ne erano attratte con curiosità e ammirazione, per secoli la indossarono e la lavorarono con estrema cura per poi usarla come amuleto. Probabilmente non ne avevano ancora capito la provenienza e l’aspetto così particolare la faceva sembrare frutto di una magia. La fama di avere proprietà miracolose l’accompagnò fino ai giorni nostri. Infatti le vengono attribuite proprietà antinfiammatorie e benefici effetti nella sfera sessuale. E’ considerata un potente portafortuna che attrae amicizia, amore e successo.

Un’altra proprietà dell’ambra è di elettrizzarsi per strofinamento. Non tutti sanno che il nome dell’elettricità deriva dal suo nome greco. Vi svelerò un segreto: la tecnica più semplice che possiamo usare tutti per valutare se una pietra è vera ambra è quella di strofinarla su un tessuto per vedere se diventa elettrostatica.

L’ambra è stata la prima pietra preziosa della storia, entrata a pieno titolo nel mondo della moda e delle pietre preziose. Se ne ottengono soprattutto collane e ciondoli, poiché il modo migliore per godere dei benefici dell’ Ambra è tenerla a contatto del corpo. Si usa anche per creare preziose sculture e molti oggetti ornamentali.

La cura e conservazione delle ambre si avvicina molto a quella delle perle coltivate. Infatti anche l’ambra teme i graffi e deve quindi essere conservata in scatole dedicate ed è consigliabile la pulizia con un panno morbido leggermente umido prima di riporla.

Per concludere, l’ambra non è proprio una pietra ma fa parte della vastissima gamma di pietre dure semi-preziose, ha un colore e una densità particolare, una trasparenza unica e, cosa assolutamente non trascurabile, è molto leggera. Questa particolarità ci permette di indossare splendide collane molto vistose con estrema disinvoltura.